Facebook

Arte e Cucina... la Pasta Madre

Cerca nel blog

giovedì 20 agosto 2015

Sandwich a lievitazione naturale






Questa ricetta ha una lunga storia...è la prima ricetta che ho provato a realizzare sia con il lievito di birra che con il lievito madre. L'ho scritta su uno dei miei "foglietti volanti", come li chiama mio marito, che con il tempo si è ingiallito, tanto da convincermi a riporlo gelosamente in una cartellina trasparente.  Ora la pubblico sul blog così resterà nella memoria e il foglietto cederà il posto allo schermo del pc o del tablet.
Per questa ricetta è necessario possedere il lievito madre ma si può tranquillamente realizzare con il lievito di birra, la cui dose verrà riportata tra gli ingredienti tra parentesi.  Potete utilizzarli per i vostri picnic o per feste e buffet  e, vedrete, il successo è garantito!

INGREDIENTI:


  • 250 g di farina 0 (W260)
  • 250 g di farina manitoba  (W330)
  • 150 g di lievito madre rinfrescato da circa 4 ore ( oppure circa 8 g di lievito di birra fresco)
  • 150 g di acqua
  • 100 g di latte intero
  • 90 g di olio di semi di arachidi
  • 20 g di zucchero semolato
  • 8 g di malto d'orzo (se proprio non riuscite a trovarlo sostituitelo con pari quantitativo di miele)
  • 10 g di sale fino
  • un tuorlo d'uovo, un cucchiaio di latte e semi di sesamo per la superficie.
PROCEDIMENTO:
I sandwich prima di essere infornati
  • In una ciotola sciogliete la pasta madre appena rinfrescata nell'acqua tiepida (non deve superare i trenta gradi) e il malto con una forchetta
  • Mescolate le due farine e se avete un'impastatrice versatele nella ciotola oppure potete impastare a mano (ci vuole più tempo e fatica ma il risultato è lo stesso...l'ho provato...) e aggiungete il lievito sciolto. 
  • Unite lo zucchero e iniziate ad impastare.
  • Aggiungete il latte e l'olio. Fate incordare un pochino e terminate con il sale.
  • Ora lavorate bene il tutto fino ad ottenere un impasto elastico ma morbido e consistente.
  • Trasferitelo in una ciotola infarinata, copritelo con un canovaccio pulito e lasciate lievitare in un luogo tiepido (tra i 27 max. 30°) sino al raddoppio . Ci vorranno dalle 4-5 ore, dipende dalla temperatura della stanza e dalla forza del vostro lievito madre.
  • Trascorso il tempo di lievitazione, spezzate l'impasto e formate delle palline da circa 40 g l'una, adagiatele sulla placca da forno distanziate tra di loro. Lasciatele lievitare ancora per un paio d'ore o poco meno.
  • Spennellate la superficie con un'emulsione di tuorlo e un cucchiaio di latte, spolverizzate con i semi di sesamo e cuocete in forno preriscaldato ventilato a 180° per 20 minuti.
N.B. se intendete utilizzare il lievito di birra, il procedimento resta invariato, dovete solamente sostituirlo al lievito madre. I tempi di lievitazione potranno variare ed essere leggermente più corti.
Come avrete certamente notato questa ricetta è di facile esecuzione e non c'è bisogno di fare pieghe di rinforzo. L'unico suggerimento che mi sento di darvi è quello, se la vostra pasta madre non "panifica" ogni giorno, di fare due rinfreschi consecutivi magari uno la sera prima di andare a dormire e l'altro la mattina, così per cena avrete pronti i panini.
Si possono fare lunghi per gli hot dog e anche piccolini, farciti sia con salato che dolce. Potete tranquillamente congelarli appena sfornati e fatti freddare e lasciarli rinvenire a temperatura ambiente.



Pubblicato da: Marisa Ruffo

Nessun commento:

Posta un commento